Quickribbon

giovedì 26 febbraio 2009

Il Ministro della Giustizia spagnolo Bermejo si dimette dopo "aver rubato la marmellata al supermercato". A quando le dimissioni di Berlusconi?

Sentenza del Processo Mills:un Corrotto, un Corruttore.
Il Corruttore è il nostro Presidente del Consiglio dei Ministri. In questo istante, abbiamo un unico proiettile: far sentire a BERLUSCONI, e di conseguenza all'intera Leadership, il nostro Lancinante Voltastomaco. E chiederne naturalmente le DIMISSIONI. Ecco la nostra Arma di Dimissione di Massa: la Parola, il Libero Pensiero. Non otterremo quel ricambio dirigenziale che auspichiamo da anni, ma saremo coerenti con la nostra morale. Vogliamo un'Amministrazione dinamica, trasparente, che fa della legalità e del rispetto della Costituzione una linea politica irrinunciabile.La smodata fortuna di Berlusconi ha fatto sì che la Sentenza cadesse proprio nel giorno del Cataclisma Pd: Tv e Giornali, figuriamoci, non si sono smentiti, ed hanno ritagliato per questa importantissima notizia solo qualche triste trafiletto. Ma per questo ci siamo qui Noi, che sapremo mantenere colorato l'Arcobaleno di $ che lega Mills al Premier. Allora scriviamogli in centinaia, in centinaia di migliaia. E' la prima volta che vi invito apertamente a farlo. Con il cuore. Ora Basta. (da Wil Non leggerlo.blogspot.it)

"Silvio Berlusconi,
le scrivo per invitarla a rassegnare in via immediata le Dimissioni da Presidente del Consiglio dei Ministri, e portare quindi il Paese a nuove elezioni.Ieri, l'ennesima goccia. L'avvocato Mills è stato condannato a 4 anni e 6 mesi di reclusione per Corruzione in Atti Giudiziari. Corruzione. E' stato Corrotto. Con 600 mila dollari. Entro 90 giorni capiremo meglio la sua posizione, caro Presidente. Per ora sappiamo che la sua Fininvest/Mediaset, ha sborsato questo denaro all'avvocato inglese perché "affermasse il falso o tacesse" nei processi "All Iberian" e "Guardia di Finanza", che la vedevano imputato per corruzione, falso in bilancio e finanziamento illecito. Perché quindi lei ne traesse vantaggio, ne uscisse pulito nel modo più meschino possibile: importa relativamente poco se la mazzetta intascata da Mills sia emersa dal suo portafoglio, o dal Previti di turno. Inoltre, e ciò aggrava il quadro generale, lei ha deriso ed umiliato la Costituzione Italiana mediante il Lodo Alfano, estrapolandosi dal sistema legislativo nazionale e fuggendo dall'esito di questo ed altri processi, passati e futuri. Fuggendo da una quasi certa Condanna di Colpevolezza. Condotta che lei persegue da tempo, con altri "bunker" dichiarati incostituzionali, con l'infinita serie di depenalizzazioni ad hoc, di riduzioni dei termini per la prescrizione, di mutazioni dell'ordinamento ad immagine e somiglianza delle sue esigenze giudiziarie. Nemmeno il giudizio della Consulta sull'ovvia incostituzionalità del Lodo la spaventa: qualora i muri del Bunker Alfano crollassero, solo un processo nuovo di zecca, lungo, macchinoso e che finirà in prescrizione matematica, potrà giudicarla per il reato di Corruzione/Mills.Queste sono macchie che tarperebbero immediatamente le ali a qualsiasi Ministro, Parlamentare o Rappresentante delle Istituzioni di una qualsiasi Democrazia Occidentale. Uomini e donne che salutano per molto meno, per un Primo Errore, per un'imposta non pagata, per una falsità, per un'amante scomoda. Purtroppo questa sentenza è solo l'ultimo tassello dell'enorme puzzle degli aspetti che la rendono Totalmente ed Inequivocabilmente inadatto all'esercizio del Governo; puzzle che raffigura l'immenso Conflitto di Interessi da cui lei trae costante ed immenso beneficio privato, tragicamente sottovalutato da molti cittadini italiani. I contorni dell'opera si delineano con le sue battute sui Lager Nazisti, sull'abbronzatura del neo-eletto Presidente Americano Barack Obama o sulla tragedia dei Decaparecidos.Aspettando il suo annuncio a reti unificate (chi meglio di lei può farlo in qualsiasi momento?), le porgo distinti saluti.
LETTERA FIRMATA".
Presidenza del Consiglio dei ministri
Palazzo Chigi - Piazza Colonna 370 - 00187 Roma(invierò raccomandata)
segreteria.presidente@governo.it
berlusconi_s@camera.it
redazione.web@governo.it

4 commenti:

Paola ha detto...

Ciao!! come va? sono venuta a trovarti e a lasciarti i miei saluti:
un abbraccio

Andrew ha detto...

immagino a Berlusconi allora cosa dovrebbero fargli, ma purtroppo siamo in Italia...

equoasciacca ha detto...

Piuttosto che invitare a spendere soldi per raccomandate, perchè non invitare a risparmiare 400 milioni di euro, l'equivalente di 2 social card? Basta cliccare sul mio nikname per sapere come.

Calogero Parlapiano ha detto...

un saluto a Paola, Andrew ed equoasciacca al quale in particolare invito a non criticare senza giusta causa, ossia i rimborsi sono dovuti, richiederli è un diritto, spendere 3euro e 20cent di raccomandata non equivale a rinunciare a 6 milioni di euro che ancora aspettiamo dalla transazione EAS...e tanto tanto altro ancora...
ciao :)