Quickribbon

giovedì 1 maggio 2008

Primo Maggio 2008: Festa dei Lavoratori e Giovaninfesta


Sono tornato da poco dalla mia nuova esperienza al "Giovaninfesta" che quest'anno si è tenuto a Montevago. Ci siamo divertiti, abbiam passato una bella giornata, il sole mi e ci ha cotto a puntino, a differenza delle precedenti edizioni forse è mancata un pochino l'organizzazione generale, ma tutto sommato niente di particolare. Le presenze sono state numerose, soprattutto di giovani ma non solo, quest'anno, più di altre volte, anche molte famiglie con bambini e passeggini al seguito.

E' stata toccante e suggestiva la Messa che si è celebrata tra i ruderi di Montevago vecchia, la parte terremotata, davanti a ciò che resta della Chiesa Madre. Ha officiato il Vescovo Carmelo Ferraro insieme a tutti i sacerdoti presenti alla manifestazione, è stato il suo ultimo "Giovaninfesti" da Vescovo, dal 17 maggio gli subentra Monsignor Francesco Montenegro con una solenne celebrazione che si svolgerà allo Stadio Esseneto e che andrò a seguire con alcuni amici e altri migliaia di persone. Altro evento che si annuncia importante e seguito.

Ma il Primo Maggio è anche se non soprattutto la Festa dei Lavoratori, gente che sgobba dalla mattina alla sera per mantenere la famiglia e vivere con dignità, in questa data si ricordano tutti le morti bianche, tutti le tragedie che vedono tristi protagonisti padri e madri di famiglia, gente a volte abbandonata ormai a sè stessa, gente che vuole ancora sperare e sognare in un futuro migliore, specie per chi verrà dopo di loro, specie per figli che non li ringrazieranno mai abbastanza per tutto quello che hanno fatto per loro, figli che diventeranno madri e padri un giorno e si troveranno a capire gioie e sacrifici, dolori e idee delle generazioni passate o semplicemente diverse.

Credere al futuro non deve solo essere una mera utopia e lontana illusione, deve tramutarsi in realtà, in concretezza, camminando sulla via della giustizia e dell'onestà.

E allora camminiamo tutti insieme, avanti tutta!! Con in tasca un sogno da realizzare e dentro un pò d'amore con cui dare alle nostre vite quel sale che meritano per andare avanti.


video

Nessun commento: