Quickribbon

lunedì 7 settembre 2009

Rotture... e perdite idriche a Sciacca

Diverse segnalazioni sono giunte alla nostra emittente circa una situazione di disagio che si ripete da più di dieci giorni al cimitero di Sciacca.
Nell'area cimiteriale manca l'acqua e gli utenti esasperati da questa situazione sono costretti a provvedere personalmente, giungendo nell'area già provvisti del prezioso liquido.
La mancanza di acqua determina non solo le legittime proteste di chi si reca al cimitero per rendere omaggio ai propri cari defunti ma anche una condizione approssimativa dal punto di vista igienico sanitario.
Stamani l'unico rubinetto funzionante era quello posto immediatamente all'entrata dell'area cimiteriale, tutti gli altri sparsi per tutta l'area erano completamente all'asciutto.
Sempre di acqua continuiamo a parlare.
Proseguono le perdite idriche nella nostra città.
E' di oggi un'altra perdita idrica verificatasi lungo la via Modigliani.
L'acqua esce copiosa ed approfittando della discesa scorre velocemente così da determinare le solite condizioni di disagio e di pericolo.
In diversi punti dell'arteria stradale l'acqua si perde causando disagi ai residenti, a color che transitano lungo la strada costretti a pericolosi acquaplaning ed alle stesse abitazioni in quanto l'acqua che scorre, si perde e si infiltra presso quelle stesse abitazioni che costeggiano la perdita idrica.
Ieri lamentele e proteste da parte dei residenti della via Lido lungo la quale continua a perdersi il prezioso liquido.
Mentre La via Amendola è stata invece chiusa al traffico veicolare a causa di una rottura che ha determinato, oltre alla perdita idrica, difficoltà a residenti e attività commerciali.
La questione acqua evidentemente per la nostra città sta diventando un vero e proprio tallone di achille.

2 commenti:

Giovanni Greco ha detto...

Sciacca è un bel posto peccato che succedano queste cose.

Calogero Parlapiano ha detto...

se solo si potesse ottenere che queste cose non accadano più...