Quickribbon

mercoledì 15 dicembre 2010

Le vie (deserte) del Natale

Cominciati gli eventi natalizi a Sciacca all’insegna dell’austerity. Il centro storico chiuso sarà un bel banco di prova per saccensi e commercianti che hanno organizzato anche una lotteria, primo premio una Pegeaut 107. Musica, arte e animazione per bambini gli appuntamenti più interessanti

Lo slogan di una nota pubblicità da anni recita “Natale quando arriva arriva” ma a Sciacca le festività sembrano giungere sempre inaspettate poiché, a causa delle ristrettezze economiche e degli assestamenti di bilancio, si stila un programma all’ultimo momento. Eventi che, è chiaro, vanno di pari passo con le esangui casse comunali per le quali quest’anno si è raschiato davvero il fondo del barile. Con poco più di 50mila euro (dei quali 26 arrivano dalla regione siciliana) si è dovuto procedere all’organizzazione di 20 giorni di manifestazioni, pagare luminarie e Siae. Troppo pochi per poter fare qualcosa di particolare. Ma tant’è. La cosa più interessante e sperimentale de “Le vie del Natale”, così si chiama il cartellone di quest’anno, riguarda la chiusura del centro storico al traffico veicolare, tutti i giorni dal 6 al 23 dicembre, dalle 17 alle 21. I saccensi potranno lasciare l’auto nel parcheggio ricavato a Gaie di Garaffe nel piazzale “Marinai d’Italia” per poi giungere in centro utilizzando in modo gratuito 3 piccoli bus navetta gestiti dalla Cooperativa Aeternal e adatti a snodarsi meglio tra le vie di Sciacca, molto più carini e comodi rispetto ai vecchi ed eccessivamente grandi bus che siamo stati sempre abituati a vedere.
E’ un test molto interessante non solo per vedere come rispondono i saccensi ma anche per capire se e come quest’idea possa aiutare le attività commerciali del centro. E’ stata degli stessi commercianti del resto la richiesta di non estendere l’iniziativa oltre al 23 dicembre. La valigia insomma sarà il solito caos di auto e smog. Un tentativo di rivoluzione culturale lasciata a metà per dei cittadini che, facendo una battuta, sono abituati ad entrare nei negozi con tutta l’automobile, pur di non fare due passi a piedi in più.
Ma andiamo al programma natalizio. Dopo la parata iniziale che ha visto sfilare la banda musicale, i gruppi folcloristici e alcuni protagonisti della Disney, per la felicità dei più piccoli, ogni giorno ci saranno animazione per le vie della città, giro dei Babbo Natale e le classiche novene mentre in piazza Scandaliato troveremo l’albero di Natale ecologico e un presepe.
Sabato 11 e domenica 12 dicembre i momenti clou saranno la degustazione di prodotti tipici realizzata grazie al contributo della Soat mentre, sempre sabato, si terrà l’esibizione del noto comico Dado. Ma saranno diversi anche i momenti musicali: il concerto del gruppo polifonico Santa Cecilia, il gruppo musicale Prestia, le Antiche Serenate Notturne, il coro polifonico delle Terme, i Cunti e Canti, il coro Gospel, lo spettacolo musicale “Connubio d’amore”, quello di Toni Bentivegna e infine, ma non per ultimo, il dj Amedeo Ardagna in piazza Scandaliato durante la notte di Capodanno, tra il 31 e l’1 gennaio. Insomma musica per tutti i gusti e per tutti i palati. Basta prendere visione ogni giorno del programma redatto che comprende anche diverse mostre ed estemporanee di pittura.
Segnaliamo infine, ma non rientra negli eventi previsti dal Comune, il concerto dell’Orchestra “Ruggero II” di Palermo diretta dal maestro Antonio Giovanni Bono che si terrà il 22 dicembre alle 21 presso l’auditorium San Francesco. Il ricavato andrà interamente in beneficenza, destinato ai bambini del Burundi mentre è possibile assicurarsi il biglietto d’ingresso presso l’agenzia Astap Viaggi.
Natale, Capodanno ed Epifania all’insegna dell’austerity dunque. Ma uscendo e vivendo il centro storico qualcosa si trova sempre a ricordarci l’atmosfera delle festività.
Il centro commerciale naturale invece ha organizzato una lotteria, primo premio una Pegeaut 107. Ogni 30 euro di spesa presso i negozi convenzionati garantirà un biglietto fino ad un massimo di 5 biglietti per volta. L’estrazione sarà effettuata il 6 gennaio. Un incentivo in più per uscire e per preferire i negozi di Sciacca a quelli dei paesi limitrofi. Si esce a piedi (oppure si utilizza la navetta) e magari si torna con una bella auto. Perché no? In fondo Babbo Natale qualche regalo lo dovrà pur portare.

Calogero Parlapiano - tratto da "Controvoce"

2 commenti:

ღღ Š î $↕ Ŧ ۞ ღღ ha detto...

Ciao ti volevo salutare, è un pò che non passo sono stato molto impegnato. Comunque è bello sapere che comunque ci siamo anche solo per un saluto.
ti abbraccio Sisifo

Calogero Parlapiano ha detto...

grazie del tuo passaggio e i migliori auguri di Buon Natale e felice 2011. ciaooooooooo